EVENTI

SCI CLUB NAPOLI

Lo sci club Napoli, è l’unico del comitato presieduto da una donna, Roberta Cataldi, allenatrice di 3° livello, da sempre tesserata per il club più longevo del comitato. Dopo la laurea in economia e commercio e qualche anno di “scrivania” ha deciso di dedicare la vita allo sci e sempre con i colori gialloblù. E’ una forza della natura, inarrestabile e propositiva e a parte del consiglio di presidenza del Comitato e presiede il collegio maestri di sci della Campania.

QUANTI ISCRITTI HA IL VOSTRO SCI CLUB E COM’È COMPOSTO LO STAFF?
La scorsa stagione abbiamo avuto 307 iscritti, con un aumento del 13% rispetto alla precedente. Dati che spero di riconfermare, anche se bisognerà capire quali saranno gli effetti della pandemia sul sistema montagna. Lo staff è forte composto da 23 professionisti e innamorati di dello sci, molti di loro sono cresciuti nel nostro club.

QUAL È LA VOSTRA IDEA DI SCI CLUB, OVVERO LA VOSTRA MISSION?
Siamo lo sci club più “anziano” del CAM con 93 anni di storia (anche se la prima affiliazione in FISI è del 1947), ma abbiamo una percentuale notevole di giovani sciatori. Sicuramente 3 generazioni di iscritti, dai nonni, che sono stati i nostri dirigenti, ai piccolini. Quando racconto che siamo una famiglia, non è solo una visione, ma la realtà. Vogliamo trasmettere valori importanti, correttezza, sportività, passione, a non mollare mai e a non smettere di sognare. IL 2020 È STATO UN ANNO DIFFICILE AVETE RAGGIUNTO COMUNQUE DEGLI OBIETTIVI E DEI RISULTATI? Quasi il 70% delle gare del comitato disputate sono state organizzate da noi. Alcune con lo sci club Vesuvio, altre con Sai e 3punto3, altre da soli come una tappa del circuito Mastermind e la bellissima selezione del Pinocchio sugli sci. Tanti bei risultati, tra cui 3 ori all’ Interappenninico con Carlotta Caloro e la creazione di un vivaio di piccoli sciatori under 12 anni, motivati sorridenti e forti, che sono il nostro orgoglio.

DURANTE IL LOCKDOWN, SIETE RIMASTI IN CONTATTO CON I VOSTRI ATLETI, SOCI? QUALI INIZIATIVE AVETE INTRAPRESO?
Ci siamo tenuti in contatto sia con i ragazzi, sia con i genitori, per scambiarci notizie e condividere esperienze di solidarietà come le donazioni fatte agli ospedali. Sotto il profilo sportivo abbiamo creato tre palestre virtuali su piattaforma digitale in cui i nostri atleti hanno sviluppato un percorso di preparazione atletica tenendosi anche in contatto tra loro.

ANCHE L’ESTATE SARÀ DIVERSA DALLE ALTRE. COME AFFRONTERETE LA PREPARAZIONE? COSA AVETE ORGANIZZATO?
Siamo riusciti a mantenere i programmi di sempre. A luglio il primo stage di circa 12 giorni con oltre 40 atleti a Les 2 Alpes, dove alloggiamo quasi tutti in chalet: una formula vincente. I ragazzi stanno bene, si divertono e imparano a crescere insieme condividendo le giornate. Per noi è un po’ stancante, dobbiamo allenare, cucinare, fare video e lavatrici, ma lo staff è eccezionale nessuno si tira mai indietro, così creiamo un rapporto fortissimo con i ragazzi: fatica ben spesa! Ad agosto due settimane di preparazione atletica a Roccaraso per tutte le età. Alla fine del mese una settimana a Saas Fee e poi diretti all’autunno, per un nuovo allenamento.

UNA VOSTRA IDEA O PROPOSTA SULLO SCI CAMPANO.
Quest’anno, con una cerimonia solenne, abbiamo letteralmente “laureato”, con tanto di toga e tocco, 8 nostri atleti che fin da bambini hanno indossano la nostra divisa e che ora sono arrivati alla categoria Giovani e ci hanno dato la possibilità di creare finalmente una squadra over 16. Tutti innamorati dello sci e tanti nuovi maestri in arrivo.

CERCA

METEO - CONDIZIONI PISTE

Weather Icon

CALENDARIO

VISUALIZZA GARE